Cheliax

CHELIAX
250px cheliax flag

Capitale Egorian
Regnante Sua Maestà Infernale Regina Abrogail II
Governo Burocrazia imperiale
Lingue Taldoriano, Infernale
Religione Abadar, Asmodeus, Erastil, Iomedae,
Zon-Kuthon

L’Infernale Cheliax resta, senza dubbio, una delle più potenti nazioni su Golarion e continua a mantenere il controllo navale sul proficuo Mare Interno. Nonostante ciò, per quanto possa essere importante la nazione nel presente, impallidisce al confronto con le sue passate glorie imperiali. Oggi, agli occhi della maggior parte degli osservatori esterni delle varie zone del Mare Interno, Cheliax patisce sotto un estremo diabolismo ed una tirannia che le previene di raggiungere veramente il suo pieno potenziale. Gli osservatori interni, compresa la nuova nobiltà di Cheliax, credono fermamente che Asmodeus e l’Inferno servano Cheliax e l’assistano nel mantenere il potere necessario per assumere il suo meritato ruolo fra le prime nazioni del Mare Interno.

Storia

Cheliax fu fondata come la prefettura di frontiera più occidentale dell’Impero Taldoriano nel 3007 CA. Sarebbe rimasta parte dell’Impero Taldoriano per più di mille anni, fino a due anni dopo la massiccia invasione di Taldor da parte delle forze di Qadira nel 4079 RA. Aspex Due Lingue, governatore Taldoriano, dichiarò l’indipendenza nel 4081 RA. Sapendo che Taldor sarebbe rimasta concentrata sulla titanica lotta con Qadira, Re Aspex del nuovo Impero di Cheliax incorporò i territori Taldoriani di Galt e di Isger con la forza e quelli di Andoran ed il Bastone del Diavolo con la diplomazia in quella che divenne nota come la Conquista delle Due Lingue.

Nel 4081 RA i continui contrasti fra Absalom e Cheliax sul controllo dei commerci nelle aree del Mare Interno portarono Re Haliad I a mettere Absalom sotto assedio. Anche se l’assedio non ebbe successo, Cheliax ne uscì come la maggior potenza navale del Mare Interno ed ottenne il controllo di ambo i lati dell’Arco di Aroden. In tempi successivi, nel 4138 CA, Cheliax stabilì inoltre una nuova colonia nell’ovest di Garund, Sargava.

L’espansione Cheliaxiana a nord continuò nel 4305 RA con il lancio della Guerra Eterna. Nel secolo successivo l’impero annettè terre in Molthune e Varisia, completando la conquista di Nidal nel 4338 CA. Poco dopo la Guerra Eterna terminò con la rinuncia di Cheliax a tutte le ambizioni territoriali su Varisia e Belkzen, non prima della fondazione di Forte Korvosa da parte di forze Cheliaxiane nel 4407 CA.

Negli ultimi decenni dell’Era dell’Intronizzazione furono sparsi molti dei semi dell’attuale Cheliax. Il primo ordine di Hellknights, l’Ordine della Rastrelliera, fu fondato nel 4576 nella capitale, Westcrown. Nel 4605 CA, Re Gaspodar cominciò i preparativi per la proferizzata ricomparsa del dio Aroden.

Quando invece Aroden, il loro dio patrono, morì… qualcuno dice che l’anima di Cheliax perì assieme a lui. Quel che era una volta un potente impero si fece a pezzi da solo, e soltanto tramite il potere di tre Casate Nobili, ognuna impregnata di diavoleria, fu ripristinato l’ordine. L’impero poggia sulle spalle dei mostri, ora, una macchina perfetta di sangue e fuoco dell’Inferno, in cui la morale si piega alla necessità di legge ed ordine. E’ facile maledire Cheliax come una nazione di amanti dei diavoli, ma pochi possono contestare i risultati dei loro patti vincolanti con questi mostri. La Casata Thrune, la più grande delle sue diaboliche nobili famiglie, ha portato ancora l’impero sotto controllo. Cheliax si erge come una stella oscura, forte come sempre, nonostante le recenti perdite di Galt e Andoran a causa di forze ribelli. Asmodeus si dimostra un patrono divino e potente come e più di quanto Aroden sia mai stato, guidando il suo popolo verso la gloria e il dominio del Mare Interno. I suoi piani raggiungono eoni nel futuro, e i piccoli contrattempi di ieri sono solo inclusi nel costo degli affari del diavolo. I Cheliaxiani pianificano sempre una lunga campagna, e non si preoccupano delle scaramuccie di oggi. Alla fine tutto brucerà nel fuoco dell’Inferno. E’ solo questione di tempo, e di calcolata conquista.

Governo

Fin dall’Ascesa dei Thrune del 4640 CA, Cheliax è stata regnata dalla Casata Thrune assieme a una nuova configurazione di nobili casate composte di coloro disposti a seguire la filosofia del Diabolismo. La maggior parte del potere della Casata Thrune è stato acquisito tramite l’accordo iniziale siglato da Abrogail Thrune ed i regnanti dell’Inferno anche se abbondano le voci secondo cui siano stati fatti patti addizionali con il tempo per la ricerca di sempre più potere. Attualmente la Regina Abrogail II regna su Cheliax con l’aiuto e il supporto del suo reggente infernale Generale Gorthoklek..

La linea di condotta governativa di Cheliax è concentrata sul mantenimento dell’ordine e sulla repressione del dissenso. Questo in diretta conseguenza dei 30 anni di guerre intestine e di caos che precedettero lìAscesa Thrune, così come per l’ordine assoluto dovuto e necessario per il supporto dell’Inferno. C’è un grande sfoggio di pace fisica, di ordine, che permettono ai normali cittadini di vivere in maniera normale, ma questo porta con sì un alto prezzo in termini morali. Cheliax è ben lontana dal perverso male abominevole immaginato da molti al di fuori di essa, ma non concede spazio per alcun dissenso. I sentimenti nazionalistici scorrono profondi e sono praticamente obbligatori per evitare sospetti. L’ambizione porta i normali cittadini a denunciare all’Impero coloro di cui sospettano il tradimento per quella che percepiscono come una promessa di ricchezza e carriera. Forze organizzate, secolari come gli Hellknights e religiose come gli Inquisitori lottano ulteriormente per reprimere ogni forma di dissenso, organizzato o meno.

Le leggi di Cheliax sono basate sulle Discipline di Asmodeus che fungono anche da principale testo per la Chiesa di Asmodeus. La maggior parte di queste leggi non sono forzate, e neppure forzabili, ma sono utili al governo per permettere la rapida rimozione di elementi indesiderabili dalla società per qualche infrazione percepita o interpretata.

La capitale di Cheliax è Egorian.

Casate Nobili

La Casata Thrune potrà essere al momento la più potente fra le nobili casate, ma certamente non è l’unica. Alcune delle altre potenti casate sono:

  • La Casata Chartagnion: questa casata strinse un patto sovrannaturale con dei poteri infernali per donare ai propri membri una saggezza sovrumana. Per questo motivo, la Casata Chartagnion può sperare in secoli di servitù ai poteri dell’Inferno
  • Casata Henderthane: la Casata di Hendertane ha fornito e prodotto armi per un migliaio di anni, ed attualmente è il principale fornitore di armi per la Casata Thrune.
  • Casata Jeggare: la famiglia Jeggare è una delle più ricche non solo di Cheliax, ma di tutta Avistan. I membri della casata, per esempio, sono una delle famiglie regnanti della città Varisiana di Korvosa, ove si possono trovare fiumi e strade con il loro nome.
  • Casata Leroung: una casa di prominenti accademici ed arcanisti, la Casata Leroung è ampiamente rispettata per la loro imparziale ed obiettiva ricerca della conoscenza.
  • Casata Narikopolus: questa famiglia è nota per i loro superbi arceri allenati fin dalla più tenera età.
  • Casata Sarini: una famiglia di crudeli giullari, certe volte ci si riferisce ad essa come i “Buffoni di Thrune”, o i "Cagnolini dell’Inferno.
Geografia

Cheliax

La Cheliax Imperiale copre una gran parte dell’Avistan sudoccidentale e, anche se è oggi meno di metà della sua dimensione passata, si tratta ancora di uno dei più grandi paesi della regione del Mare Interno. Cheliax può essere rozzamente divisa in sei aree principali con aspetto e società similari.

  • L’Ovest: le colline del Bastone del Diavolo e l’insediamento di Pezzack sono la dimora delle Strix, una razza di umanoidi alati. Questi volatili proteggono diligentemente le loro terre natie anche se più per avversione verso qualunque forma di governo esterno che non il trovare spiacevole l’attuale Casata Thrune e la sua adorazione organizzata verso i diavoli.
  • Il Nordovest: la foresta Ravounel, le Pianure Settentrionali e l’insediamento di Kintargo nel Nordovest sono le aree meno insulari di Cheliax e peranto soggette alle maggiori influenze da contatti esterni.
  • Il Nord: i monti Menador sono la patria religiosa di Cheliax. E’ anche patria di un gran numero di Hellknights preparati ad una vita di infinita servitù dalla natura spietata delle terre che abitano.
  • Il Cuore: i Boschi del Sussurro, Boscobarro e le Pianure Centrali sono il cuore di Cheliax.
  • L’Est: I Monti Aspodell ed il fiume Keld formano un bordo esterno per Cheliax.
  • Il Sud: il Mare Interno forma il confine sud di Cheliax e le città portuali sui promontori e sulle scogliere punteggiano la costa.

L’attuale capitale, Egorian, si stende vicino al centro della nazione sulle sponde del Lago Sofferenza. A nord del lago si trova Boscobarro, ed il Fiume Adivian scorre a sud dal lago, superando Westpool e Rikkan Est, fino alla Baia di Gemcrown dopo Westcrown. Cheliax mantiene una presenza anche in Garund, controllando la sponda sud dell’Arco di Aroden (la provincia di Kharijite), controllando di conseguenza l’accesso al Mare Interno. Alcuni dei possedimenti Imperiali rimangono sotto il controllo di Cheliax, come Nidal. I suoi possedimenti più remoti sono la colonia Garundi di Sargava (anche se Sargava si è liberata dal dominio di Cheliax, almeno per il momento) ed Anchor’s End nella lontana Arcadia.

Insediamenti
Popolo
Cleric martyrs

Il trattamento Cheliaxiano dei chierici non infernali

Tre quarti della popolazione umana di Cheliax è etnicamente Cheliaxiana, e i pallidi Chelici si ritengono superiori a tutti gli altri popoli. La loro combutta con grandi diavoli dona loro potere oltre misura, e nessun’altra nazione del Mare Interno può competere con i loro evocatori e stregoni quando si tratta di trafficare con forze oscure. Questi diavoli richiedono un pagamento per i loro servigi, spesso offerto sotto forma di carne tenera e sangue bollito. I tiefling godono di uno status inusuale a Cheliax, spesso visti come subordinati agli umani dai [[Diabolismo|diabolisti]. Gli schiavi sono una risorsa importante per i Chelici, così come gli artefatti di antico potere, i cui segreti sono a loro rivelati dai loro padroni senza tempo. Anche se Andoran gioisce della propria ritrovata libertà, i viticci del potere di Cheliax continuano ad espandersi. Arcadia si estende aperte davanti a loro, e Sargava è pronta a cadere sotto il loro zoccolo infernale.

Cheliax

Brividi a Ustalav LordPhobos